Vuoi conoscere e scoprire cos’è la Microcitemia? In questo articolo troverai tutto a riguardo di questa situazione clinica: i sintomi, le cause, le cure. Continua a leggere per scoprirne di più!

Microcitemia cos’è?

Molto frequentemente dopo gli esami del sangue si può riscontrare in molti pazienti la microcitemia, che nonostante sia molto comune non va sottovalutata. Infatti essa può essere sintomo di qualcosa di passeggero e insignificante quanto invece può essere sintomo di qualcosa di più preoccupante. Per questo motivo è necessario consultare il medico per scongiurare i pericoli maggiori.Brevemente la microcitemia è visibile con gli esami del sangue e si parla di questa sintomatologia quando i globuli rossi presenti nel nostro sangue sono troppo piccoli rispetto alla dimensione normale. Non è qualcosa di grave e raro che in alcuni periodi della vita i globuli rossi siano più grandi del normale o più piccoli,o che siano in minor numero (anemia) o in quantità maggiore del previsto. Tuttavia questa circostanza necessità di cure e terapie adeguate per cercare di risolvere e capire che cosa origina ciò.

Dove cercare la microcitemia nei risultati degli esami?

Quando ti consegneranno gli esami del sangue dovrai portarli dal tuo medico di famiglia che saprà darti indicazioni accurate a riguardo. Tuttavia potrai leggere tu stesso i risultati e nel caso tu fossi interessato alla microcitemia dovrai cercare MCV e se il volume cellulare sarà inferiore ad 80 fL allora sarà necessario consultare il medico. Sicuramente in questo ultimo caso dovrai fare degli ulteriori esami, per vedere anche se si tratta di anemia mediterranea. Per questo motivo ad empio di preleveranno una goccia di sangue da osservare e analizzare al microscopio per vedere se i tuoi globuli hanno normale forma circolare o a falce.

Quali sono le cause della microcitemia?

I motivi che causano la microcitemia come già detto possono essere molti più o meno rilevanti. Bisogna sapere che i globuli rossi sono prodotti dal midollo osseo per questo motivo la risposta va cercata proprio li. Inoltre le dimensione dei globuli rossi dipendono dall’emoglobina che si trova nel midollo e che dipende a sua volta dal ferro e dalla vitamina b12. Per questo motivo bisogna verificare anche i valori di questi due elementi.

Quali sono i sintomi?

I sintomi sono tutti quelli che conseguono all’insufficienza di ossigeno dei tessuti e variano molto ad esempio troviamo:

  • le unghie fragile
  • la caduta dei capelli
  • le mucose di colore pallido
  • difficoltà respiratorie e poco resistenza
  • lentezza delle crescita
  • Milza ingrossata
  • problemi alle ossa
  • addome ingrossato

Articoli correlati: