Napoli è di certo una città magica che può essere visitata in qualunque periodo dell’anno.
Se in estate è più semplice pensare a Napoli anche come meta marittima, in inverno non è difficile immaginare di camminare tra le vie di San Gregorio Armeno in cui si possono trovare le più belle costruzioni per il presepe probabilmente di tutto il mondo.

Tuttavia non solo in queste due stagioni è consigliabile visitarla ma, anzi, anche in primavera è una delle mete migliori per poter iniziare magari a godere del caldo primaverile mentre si fa un giro dei vicoli.

Una delle più ghiotte occasioni di visita fuori porta che ha come meta Napoli è di certo Pasqua. Grazie alle informazioni trovate sul sito www.napolinewstoday.it vediamo quali sono gli appuntamenti imperdibili e le cose da vedere in questa splendida città

Cosa visitare a Napoli

A Napoli, che sia Pasqua o meno, è bello girare per la via principale, Via Toledo, con i suoi negozi che accompagnano in Piazza del Plebiscito che si apre ad una vista spettacolare e maestosa sul mare che può essere apprezzata ancora di più gustando un meraviglioso caffè al Gambrinus, il più antico caffè di Napoli in cui si può sorseggiare caffè assaggiando il tipico dolce partenopeo pasquale, la pastiera.

Continuando da Piazza del Plebiscito si può raggiungere facilmente la Riva di Chiaia dove si può passeggiare per il lungo mare guardano anche le famose vetrine di Marinella, con le cravatte più famose al mondo.

Tornando verso il centro non si può non andare a visitare il tesoro di San Gennaro e soprattutto il Chiostro di Santa Chiara, una delle meraviglie della città partenopea che non si potranno ammirare in nessun altro luogo al mondo.

Il chiostro maiolicato sui toni del blu e del giallo è qualcosa di estremamente bello e prezioso che rende Santa Chiara una vera e propria “matriosca” di tesori.
Vicino a Santa Chiara e a Spaccanapoli c’è poi qualcosa di veramente imperdibile, la cappella di San Severo.

Nella Cappella di San Severo sono custodite una serie di statue che attorniano quello che è considerato, a ragion veduta, una delle meraviglie di Napoli e del mondo, il Cristo Velato.
Il Cristo Velato è una statua che troneggia al centro della Cappella e che rappresenta il corpo del Cristo, ormai morto, ricoperto da un velo.

Questa scultura racchiude in sé una bellezza tale da lasciare lo spettatore senza fiato.
La dovizia di particolari è impressionante e attraverso il velo si possono addirittura scorgere particolari che lasciano lo spettatore esterrefatto e commosso al tempo stesso per la bravura dell’artista.

Questa scultura è in grado di suscitare emozioni che vanno aldilà di qualunque fede e religione e sono in grado di varcare la soglia della pietas umana come non molte altre sculture riescono a fare.

Se spesso si pensa alla Pietà di Michelangelo come ad una scultura in grado di commuovere al massimo lo spettatore, ci si deve necessariamente recare alla Cappella di San Severo per confutare questa unicità.

Da non perdere è anche la funicolare che porta al quartiere più ricco e benestante di Napoli, il Vomero, con le sue meravigliose vie e Castel dell’Elmo, maestoso e imperante che si affaccia sul golfo di Napoli mostrandolo in tutta la sua bellezza. Non c’è cosa a Napoli che non sia da visitare e una prima visita Pasquale, non potrà che convincere a tornare di nuovo.

Articoli correlati: