Stare al passo con la moda non è sempre semplice, anche perché escono nuovi modelli ogni stagione, e di sicuro non si possono anticipare gli stili che andranno in voga l’anno successivo. Si può, comunque, restare alla moda, scegliendo gli abiti che siano più adatti alle proprie caratteristiche fisiche.

Come organizzare il proprio guardaroba

Ogni donna, nel proprio armadio, dovrebbe tenere gli abiti adatti a tutte le occasioni. Che siano dei semplici vestiti che indossano per fare compare o andare al lavoro, o quelli per alcune ricorrenze, con le scarpe e gli accessori adatti.

Non si può scegliere l’abbigliamento personale basandosi su quello che indossano le modelle sulle passerelle e che, a sentire tutti, è ciò che bisognerebbe indossare per apparire al meglio. Ognuno ha un proprio tipo fisico, con imperfezioni e punti di forza, e per valorizzare il proprio corpo bisogna acquistare i capi di vestiario giusti.

Quando ci si reca in una boutique, non si può comprare qualcosa valutandola ad occhio: occorre provarla e guardarsi allo specchio, per vedere se l’effetto che si voleva ottenere è quello desiderato. Ciò comporta anche avere fiducia in se stessi, se si vuole che anche gli altri ci apprezzino.

Cosa non indossare

Non c’è un vero e proprio capo di abbigliamento che non si dovrebbe indossare. E’ una questione soggettiva, ma di sicuro non bisogna mai indossare qualcosa che non ci faccia sentire a proprio agio. Un abito scollato, ad esempio, può dare l’idea di rendere chi lo indossa più sexy, ma se ci si sente a disagio scoprendosi troppo, è meglio scartarlo dal proprio guardaroba.

Marie Kondo, nel suo libro Il magico potere del riordino, oltre a suggerire come sistemare e piegare i vestiti facendo in modo che non occupino troppo spazio nell’armadio o nei cassetti, per scegliere quali abiti buttare, consiglia di farsi un paio domande:

  • la prossima stagione voglio rivedere questo abito nell’armadio?
  • se oggi cambiasse la temperatura all’improvviso, lo metterei subito?

Se le rispose a queste due domande sono negative, allora significa che è il momento di liberarsene. Chi invece ha dei vestiti che non vuole più mettere fuori casa, ma non vuole comunque buttarli, può trasformarli facendoli diventare dei vestiti da indossare tra le mura domestiche.

Un ultimo consiglio: per quanto riguarda il trucco, è bene non cercare di abbinarlo al proprio vestito, dato che deve valorizzare la propria pelle, la forma del proprio viso, e i colori degli occhi e dei capelli. Come i vestiti, anche i cosmetici, devono valorizzare i nostri punti di forza.

Articoli correlati: