Matteo Renzi vinse nel 2013 le elezioni per diventare Presidente del Consiglio, dopo aver ricoperto il ruolo di sindaco di Firenze, e da allora è rimasto sulla scena della politica italiana. Viene da chiedersi quanto guadagni oggi.

I guadagni dei politici

In base a i dati del 2016, Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, è il politico che ha guadagnato di più, con 180.921 euro di reddito annuo, seguita da Dario Franceschini, ministro dei Beni culturali, e da Anna Finocchiaro, ministro dei rapporti con il Parlamento.

Paolo Gentiloni, Presidente del Consiglio, in questa lista si è posizionato al quinto posto, con 109.607 euro all’anno, somma che lo fa entrare nella lista dei primi dieci funzionari di Stato più pagati a livello mondiale.

Il Presidente del Consiglio italiano, in linea generale, dovrebbe guadagnare all’incirca 80.000 euro all’anno.

Vedendo queste cifre, non è difficile credere che i politici italiani ricevano una busta paga più alta del dovuto (circa il 60 %), rispetto agli altri parlamentari dell’Unione Europea. Secondo i dati dell’Eurostat e dell’IPSA (Independent Parliamentary Standards Authotiry), risalenti all’agosto del 2016, lo stipendio dei deputati e dei parlamentari italiani è più alto di quello dei loro colleghi tedeschi ed australiani.

Quanto guadagna Renzi?

Nel 2016, il reddito di Matteo Renzi è arrivato fino ai 103.283 euro, ai quali si possono aggiungere i suoi villini a Rignano (che comprende anche un terreno coltivato), e a Pontassieve (entrambe in Toscana).

Secondo un articolo di Valeria Palumbo, apparso sul sito del Corriera della Sera, risalente sempre all’agosto del 2016, è lo stesso Renzi ad aver affermato, alla Festa dell’Unità di Villalunga di Casalgrande (Reggio Emilia), il 9 agosto, di avere trentamila euro in banca, ed aggiungendo che guadagnava più o meno la stessa cifra di quando ricopriva l’incarico di sindaco di Firenze.

Come sindaco della città fiorentina, carica che ha ricoperto dal 2009 al 2014, sembra, infatti, che abbia guadagnato 90.961 euro lordi all’anno (almeno per quanto riguarda i dati riportati nell’anno 2012).

Secondo i dati del BusinessInsider, nel 2014, come Presidente del Consiglio, Renzi era al decimo posto nella classifica dei capi di governo più stipendiati, a livello globale, superato da David Cameron e da François Holland, rispettivamente al sesto e all’ottavo posto.

Per quanto queste cifre siano alte, sembra che Matteo Renzi, Pier Carlo Padoan e Giuliano Poletti sono stati i politici italiano meno pagati, perché sembra che ricevano uno stipendio inferiore rispetto a quello che prendevano quando ricoprivano altre cariche (almeno nel 2014).

Articoli correlati: