Valentino Rossi è tra i piloti del motociclismo più titolati. Ha esordito per la prima volta nel 1996, a diciassette anni, e da allora ha vinto nove titoli mondiali, percependo dei guadagni piuttosto alti, non limitandosi solo al campo delle corse.

La carriera di Valentino

Appassionato da sempre di motociclette, il giovane Valentino Rossi ha iniziato la sua carriera nel 1996, in classe 125, per poi passare alla 250, alla 500 e in Moto GP.

Dal 2000 al 2003, ha firmato il suo primo contratto con l’Honda, per poi passare alla Yamaha, nel 2004 e 2005. Dopo un periodo di crisi, si riconfermò sempre come pilota della Yamaha, arrivato alla Ducati nel 2011. Nel 2013 è infine ripassato alla Yamaha.

Nel 2014 è diventato proprietario di Sky Racing Team VR46, una squadra motociclistica, nata grazie agli intenti della sua VR46 con Sky.

Quanto guadagna?

Vedendolo gareggiare fin da giovane, è difficile che chi tifa per lui non si sia chiesto quanto abbia guadagnato, visto anche che Valentino Rossi detiene il record di presenze consecutive nel circuito mondiale delle gare motociclistiche (ben 228).

L’ultimo contratto stipulato con la Yamaha, rinnovato nel 2017 (e che terminerà nel 2018), gli ha fatto guadagnare sette milioni e mezzo di euro a stagione, rendendolo il terzo motociclista con il più grande numero di guadagni, superato solo da Jorge Lorenzo e Marc Marquez, delle scuderie Ducati ed Honda, e seguito da Andrea Dovizioso, Daniel Pedrosa, Andrea Iannone e Maverik Vinales.

Negli anni precedenti, tra le gare e gli sponsor, Rossi è riuscito a percepire dai dieci ai trentacinque milioni di euro per stagione. Con la sua azienda, la VR46, fondata nel 2009, è riuscito ad ottenere circa quindici milioni di euro, grazie alla sua linea di merchandising.

Ai suoi guadagni nel mondo del motociclismo, Valentino può aggiungervi anche quelli guadagnati con i suoi spot pubblicitari, i suoi quattro film, e la sua autobiografia, che ha scritto con Enrico Borghi, uscita nel 2005, Pensa se non ci avessi provato, edito dalla Mondadori.

Secondo la rivista economica Forbes, Valentino Rossi dovrebbe avere, attualmente oltre cinquecento milioni di euro, nonostante una multa di trentacinque milioni che ha dovuto pagare al fisco italiano, tanto da fargli guadagnare il titolo di “Paperon de’ Paperoni”, nel mondo delle corse.

Può darsi che Valentino Rossi sia al tramonto della sua carriera come motociclista, alla soglia dei suoi quarant’anni, ma rimane comunque uno dei piloti MotoGP più ricchi al mondo.

Articoli correlati: