Come vendere i gioielli online? Come aprire un e-Commerce destinato alla vendita di preziosi?

Prima di avviare una qualsiasi attività sul web, è bene effettuare una ricerca di mercato sia online che offline, per conoscere le attitudini del tuo target e la propensione all’acquisto di un determinato prodotto.

Le tendenze del settore

Partiamo subito col dire che il settore dei gioielli sul web è ancora inesplorato. Ad oggi la maggioranza degli italiani preferisce l’acquisto nel punto vendita fisico (63%) e il 17% sceglie un negozio online. Tra gli acquirenti online, la maggioranza acquista attraverso siti conosciuti. La possibilità di toccare il prodotto, provarlo e valutarne la qualità.

Tuttavia, se possiedi una gioielleria, l’e-Commerce può rappresentare un’ottima vetrina anche per la vendita classica. Spesso infatti il web rappresenta il primo step del processo d’acquisto: l’utente cerca il gioiello, confronta i prezzi e chiede consigli prima di recarsi in negozio. Ricorda inoltre che i gioielli più cercati online sono gli orologi, seguiti da anelli, orecchini, collane e infine i bracciali.

Come favorire l’acquisto online di gioielli

Nonostante l’acquirente tipo di una gioielleria sia ancora restio alle transazioni online, ci sono alcuni accorgimenti che puoi mettere in atto per favorire la vendita:

  1. Utilizzare immagini ad alta qualità e di buone dimensioni per le schede prodotto
  2. Accompagnare le immagini con una descrizione che racconti il prodotto nel minimo dettaglio (misure, dimensioni, materiali).
  3. Garantire un certificato di garanzia (come fa ad esempio lo store di Bao) e la possibilità di reso
  4. Garantire l’assistenza clienti (telefono e chat)
  5. Offrire sconti e occasioni imperdibili

Adempimenti burocratici

Per aprire un e-Commerce e vendere gioielli online è necessario:

  1. Essere titolari di partita IVA
  2. presentare la SCIA al Comune
  3. Iscriversi al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio
  4. Richiedere la licenza alla Questura

Come per tutte le attività commerciali, anche per un e-Commerce è necessario avere una Partita IVA, inviare una comunicazione all’Agenzia delle Entrate e all’Inps ed essere iscritti alla Camera di Commercio e al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune di riferimento. Onde evitare problematiche, ti suggeriamo di affidarti ad un commercialista che conosca il mercato online e sappia guidarti nell’aspetto burocratico.

Scegliere la piattaforma e-Commerce

Una volta risolti gli adempimenti burocratici, il passo successivo è quello di scegliere la piattaforma migliore per il proprio business. Qualunque sia il tuo budget (e la vostra scelta) assicurati che l’e-Commerce offra un’immagine professionale e che sia personalizzato in base alle esigenze di vendita. Puoi scegliere tra CMS proprietari perfettamente adattabili all’attività imprenditoriale, oppure optare per un programma di software e-Commerce PrestaShop e Magento.

Articoli correlati: