Oggigiorno la cartomanzia si effettua anche per via telefonica, ovviamente non è sempre stato così, nei secoli passati, nonostante non ci fosse il telefono, la cartomanzia era un’arte molto praticata. Il periodo in cui è possibile posizionare la nascita della Cartomanzia moderna è la fine del diciottesimo secolo dopo Cristo.

Il noto scrittore francese Etteilla, nel 1770 scrisse una guida per leggere i Tarocchi tramite le comunissime carte da gioco francesi. Il periodo in cui la cartomanzia ha avuto il suo maggior sviluppo a livello di popolarità fu il diciannovesimo secolo, l’attività divenne molto famosa anche nel popolo non solamente tra le persone letterate. Esoterismo e religione iniziano a mescolarsi al concetto di lettura di tarocchi, così ben presto quest’arte mistica viene utilizzata anche dai Re e dalle Regine per predire le sorti del proprio regno o delle battaglie, ecc.

I potenti regnanti, grazie all’arte della cartomanzia, riuscivano così a prevedere in anticipo carestie, guerre, catastrofi o periodi di pace e prosperità per il regno.

Un consulto di cartomanzia normalmente avviene in un ambiente silenzioso e privo di interferenze esterne, in questo modo si mantiene la massima concentrazione per garantire dei responsi corretti. La riflessione su ciò che ci tormenta è uno degli elementi chiave nella cartomanzia per trovare le giuste risposte. La persona che decide di avvicinarsi a quest’arte, dovrebbe essere in grado di lasciare da parte la diffidenza, mantenendo un atteggiamento mentale ed emotiva aperto ai messaggi dei Tarocchi o delle Sibille.

Cos’è la cartomanzia?

 

La cartomanzia si può considerare un sistema di divinazione introspettiva. Ovviamente non modifica il destino ma è solamente uno strumento per aiutarci a capire meglio il presente, dare uno sguardo al futuro ed ascoltare le nostre voci interiori. Se si è dei professionisti non si può fornire un consulto serio in pochi minuti, ne va della veridicità delle informazioni. Un consulto serio e professionale richiede minimo 30 minuti, spesso anche di più.

Le carte di per se non prevengono il futuro, ma attraverso il loro simbolismo permettono di entrare in contatto con chi richiede questo servizio consentendo così di fargli scoprire il modo migliore di agire tramite se stesso e di individuare la decisione migliore per aiutarlo a raggiungere l’obiettivo che si è prefisso. Le azioni sono consigliate, non obbligate, questo è da tenere sempre bene a mente, ognuno di noi arriva al proprio destino con il proprio libero arbitrio, quindi i responsabili delle nostre azioni siamo solo ed esclusivamente noi stessi.

 

Il significato dei tarocchi in base alla domanda posta

 

Consultando i tarocchi, come dicevamo, si inizia a prendere consapevolezza di se stessi. Per far ciò bisogna iniziare a scrutare dentro noi stessi in modo da verificare la veridicità di ciò che ci hanno detto i Tarocchi. Il significato dei Tarocchi spesso viene espresso grazie alla loro disposizione sul tavolo. Dopo la domanda posta al cartomante, il richiedente deve concentrarsi sul quesito posto affinché i tarocchi diventino ricettivi, solo grazie alla determinazione del consultante i Tarocchi si attivano. Per questo domande superficiali o domande confuse o insicure otterranno risposte altrettanto incoerenti e confusionarie.

Una volta che una persona prende coscienza del proprio essere ed inizia a lavorarci sopra, consultando con frequenza i Tarocchi online, avrà risposte che l’aiuteranno a comprendere se la sua energia è cambiata, se è accresciuta o se deve ancora aggiustarla per così dire. Solamente perseveranza ed impegno costante nella cartomanzia verranno premiate, dando risultati duraturi nel tempo.

Voi vi chiederete: come possono delle carte aiutarci a capire cose che il nostro cervello non arriva a decifrare?

Noi siamo fatti di sentimenti, ci sono persone più o meno sensibili, la razionalità non ha nulla a che vedere con questo discorso. La risposta sulla cartomanzia se ci si riflette su un attimo, è semplice!

Articoli correlati: