Trading online partire bene

Aprire un conto presso un broker sta diventando sempre più semplice, in quanto le piattaforme cercano di attirare gli utenti offrendo dei servizi sempre più immediati, con bonus generosi e account dalle caratteristiche accessibili a tutte le tasche. Su internet si potranno trovare i siti ufficiali di tutte le società che operano con il trading online: broker per opzioni binarie, per CFD, piattaforme specializzate con il Forex, nonché i servizi di trading proposti dalle banche e dagli istituti di credito ai loro utenti.

La procedura per iniziare a tradare non è quindi complicata e richiede tempi assai brevi. In ogni caso, si consiglia di tenere a freno la voglia di iniziare immediatamente, ricordando che risulta essenziale dedicare il tempo giusto alla selezione del broker più adatto alle proprie esigenze e soprattutto in possesso delle licenze erogate dagli enti di regolamentazione finanziaria. Anche in questo caso, tuttavia, non sarà difficile reperire le relative informazioni, sia consultando direttamente il sito internet della società, sia verificandone le credenziali su pagine web dedicate alle recensioni dei vari broker.

Relativamente al conto di trading a volte le piattaforme mettono a disposizione dei clienti una vasta scelta di tipologie, le cui caratteristiche variano a seconda del primo deposito versato. Per aprire un account base, alcuni broker richiedono delle somme molto limitate, persino solo 10 euro (specie nell’ambito delle opzioni binarie), mentre un conto  sul Forex è di solito attivabile con importi iniziali tra i 100 e i 200 euro. Chi intende investire invece somme a 4 o 5 cifre, potrà accedere ai servizi esclusivi dei conti VIP, che offrono un’assistenza di ottima qualità, rendimenti elevati (con le opzioni binarie) e bonus consistenti.

Il grande vantaggio delle piattaforme di trading online, specie quelle che offrono lo strumento dei contratti per differenza, i CFD, consiste nella rapidità con il quale è possibile aprire un conto e realizzare dei guadagni con gli ordini sugli asset nei mercati. Se prima del 2000 operare con le azioni richiedeva la presenza fisica nei mercati borsistici (in alternativa ci si poteva affidare solamente agli intermediari finanziari) ora le piattaforme online permettono di effettuare ordini liberamente ed aprire e chiudere contratti  nel breve termine, scavalcando tutte le procedure burocratiche necessarie  in passato.

Articoli correlati: