Cartomanzia

Da tempi ormai immemori, la cartomanzia ha fatto parte del vivere comune di un gran numero di persone, desiderose di conoscere il proprio futuro attraverso la consultazione di carte normali (con semi francesi o italiani), tarocchi o Sibille. Del resto, l’incertezza riguardo gli eventi più prossimi e la preponderante insicurezza in molti individui, ha fatto sì che il fenomeno si sviluppasse in tempi più recenti anche sul web, tramite portali creati ad hoc.

Se anni fa, dunque, il mezzo principale con cui i cartomanti entravano in contatto coi clienti era la TV, oggi gli stessi si sono spostati in gran parte su Internet, luogo virtuale facilmente raggiungibile che mantiene l’anonimato tra gli interlocutori. E’ bene specificare che la cartomanzia, che avvenga tramite la rete o con la consulenza diretta e ravvicinata di un esperto, non è un mezzo di divinazione, bensì uno strumento introspettivo, che si addentra nel vostro passato e carpisce la migliore delle soluzioni ai problemi del presente.

Ovviamente, la consultazione online, rispetto a quella più tradizionale ha dei pro, come la lettura gratuita delle carte dei tarocchi, ma anche dei contro. Innanzitutto, come già evidenziato, consente nella maggioranza dei casi di fornire poche se non pochissime informazioni riguardo se stessi, garantendo un’elevata anonimia. Ciò non accadrebbe nel caso di un incontro diretto, in cui il cartomante è seduto proprio di fronte a voi. Secondariamente, i pagamenti (alcuni modici, altri più cospicui) avvengono per vie telematiche e risultano dunque facilmente rintracciabili. Infine, proprio attraverso Internet, avrete la possibilità di reperire informazioni dettagliate riguardo il sito di cartomanti a cui vi state rivolgendo, documentandovi sulla loro esperienza e sulle sulle loro reali capacità.

Per quanto concerne invece gli aspetti negativi della consulenza online, questi ultimi stanno tutti nell’impossibilità di maturare il feeling necessario al cartomante per inquadrare la vostra situazione sentimentale, economica o lavorativa. Il consulto infatti, dovrebbe essere fatto di domande (non molte nei casi più professionali) e di risposte, maturate in un tempo minimo di 30 minuti, difficilmente riproducibile sui canali telematici.

Badate bene dunque a chi vi rivolgete, poiché se è vero che Internet ha concesso a tanti la facoltà di allargare i propri orizzonti, coinvolgendo una gran mole di cartomanti professionisti, è pur vero che le truffe e gli inganni, perpetrati da persone disoneste, sono sempre dietro l’angolo.

Articoli correlati: